I Formaggi… Una Specie Protetta

formeeeeeeSono le diversità biologiche, i conseguimenti dell’uomo nella storia e le sue tradizioni a raccontare la cultura eno-gastronomica di ogni territorio. E mai come in questa fase dell’economia, i grandi Enti sentono la necessità di garantire una certa tutela alla produzione e agli attori che mettono in atto i processi di micro imprese.

“A partire dal 1992, il Consiglio europeo ha adottato un quadro giuridico relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine dei prodotti agricoli e alimentari – spiegano su Agraria.com – attraverso un regolamento (CEE) n. 2081/92 – ed uno relativo alle specialità tradizionali garantite – regolamento (CEE) n. 2082/92”.

In poche parole, tali prodotti beneficiano di un sistema volontario di protezione che conferisce ai produttori interessati la possibilità di proteggere determinate denominazioni attraverso la loro registrazione e l’ottenimento dei relativi diritti.
La volontà degli operatori di tutelare prodotti agricoli o alimentari identificabili in relazione all’origine geografica ha portato, fino ad oggi, alla registrazione di oltre 700 denominazioni d’origine e indicazioni geografiche a livello comunitario (da aggiungere alle indicazioni geografiche per il vino e per le bevande spiritose)

Ora andiamo alla scoperta dei principali acronimi che interessano il nostro panorama caseario.

dopProdotti a Denominazione d’Origine Protetta – DOP

Riconoscimento assegnato ai prodotti agricoli ed alimentari le cui fasi del processo produttivo, vengano realizzate in un’area geografica delimitata e il cui processo produttivo risulta essere conforme ad un disciplinare di produzione. Queste caratteristiche sono dovute essenzialmente o esclusivamente all’ambiente geografico, comprensivo dei fattori naturali ed umani.

igtProdotti a Indicazione Geografica Protetta – IGP

Il termine “IGP” è relativo al nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese e di cui una determinata qualità, la reputazione o un’altra caratteristica possa essere attribuita all’origine geografica e la cui produzione e/o trasformazione e/o elaborazione avvengano nell’area geografica determinata.

stgSpecialità Tradizionali Garantite – STG

Riconoscimento del carattere di specificità di un prodotto agro-alimentare, inteso come elemento od insieme di elementi che, per le loro caratteristiche qualitative e di tradizionalità, distinguono nettamente un prodotto da altri simili. Ci si riferisce, quindi, a prodotti ottenuti secondo un metodo di produzione tipico tradizionale di una particolare zona geografica, al fine di tutelarne la specificità. Sono esclusi da questa disciplina i prodotti il cui carattere peculiare sia legato alla provenienza o origine geografica; questo aspetto distingue le STG dalle DOP e dalle IGP.

Logo-Slow-FoodE infine vogliamo anche fare un cenno su Slow Food, associazione piemontese ma di caratura internazionale, nata a Bra nel 1986 e fondata da Carlo Petrini, in opposizione al dilagare dei fast food. Una realtà determinata ad imporsi, che ha dato vita ai Presidi Slow Food, nati per la salvaguardia della micro produzione, schiacciata dalla produzione agricola industriale.

E voi amici, che ne pensate?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...